Cucina Italiana: Tra Gusto Ed Equilibrio

cucina italiana
cucina italiana

Cucina italiana – Se all’estero si parla del Bel Paese la prima cosa che viene in mente è senz’altro la nostra cucina. Questo accade perché quella italiana è una cucina facilmente riconoscibile, apprezzabile ed invidiabile! In questo articolo vedremo insieme perché i nostri piatti sono un connubio perfetto tra gusto ed equilibrio.

Cucina Italiana: Tra Gusto Ed Equilibrio

Perché È Così Apprezzata?

Una delle ragioni principali è la natura evocativa ed emotiva della cucina italiana. Il cibo e l’atto del mangiare sono una vera e propria celebrazione in Italia. Prendiamo per esempio i pranzi domenicali o i pranzi di famiglia che possono durare dalle tre ore (minimo) alle sette ore (sempre minimo, dipende dagli invitati).
Poi i nostri sono dei piatti semplici, casalinghi e facilmente replicabili. Le ricette più famose sono quelle della nonna o della mamma e questo crea, intorno al mondo della cucina italiana, un alone familiare che fa subito “casa”!

Gli americani, i tedeschi, i russi… Tutti amano l’Italia ed i suoi sapori. In molti hanno provato a riproporre la pasta nei loro Paesi, a volte fallendo miseramente e altre avvicinandosi alla riuscita. C’è da dire che gli americani immergono gli spaghetti nell’acqua fredda e dopo accendono il fornello! Ma questa è un’altra storia.
Questo ci fa capire quanto la nostra arte culinaria sia apprezzata a livello mondiale e quanto siamo fortunati ad avere un patrimonio gastronomico con questi sapori e questa lunga tradizione.
Ma non è finita qui, con la nostra cucina abbiamo un grande vantaggio. La cosa più bella della nostra alimentazione è proprio il fattore dieta che spaventa gli altri ma non di certo noi! Infatti l’Italia vanta piatti gustosissimi ma sani ed equilibrati che, con la giusta attenzione, possono trasformarsi in valide diete alternative, come quella che esploreremo adesso.

Perché La Dieta Italiana?

La dieta italiana è un modello che può essere seguito da tutti senza limiti di età e per sempre, è perfetta se non si vuole rinunciare al piacere del cibo. Questo modello innovativo, registrato con l’acronimo ASI è una cucina appetibile, saziante e ipocalorica. Una vera e propria conquista per la cucina italiana.

L’ideatore Roberto Albanesi sostiene che un piatto light debba essere saziante e gustoso e che la dieta non debba essere punitiva, al contrario! Ecco un vantaggio del vivere in Italia: avere a portata di mano ottima materia prima e gustose ricette light per tornare al peso forma. Insomma, il sogno di ogni persona condannata ad una dieta stressante e senza sapori.
La dieta ASI si distingue anche nell’idea della diminuzione delle porzioni. Pensiamoci: anche il cibo più grasso è accettabile se la porzione è più piccola, ma è saziante? La risposta è no. Chi ha fame farà il bis, rendendo inutile la dieta. Ecco dov’è la forza di questa dieta: piatti non troppo grandi né troppo piccoli, sazianti e con il vantaggio del gusto!

La cucina ASI ha stabilito un modello davvero semplice da seguire:

  • Primi e secondi: porzioni da 250 a 400 kcal;
  • Zuppe: porzioni da 150 a 300 kcal;
  • Dolci freddi: porzioni da 150 a 300 kcal;
  • Dolci da forno: da 250 a 400 kcal.

 

Tu sei bravo ai fornelli? Te la cavi benino? Non ti preoccupare, abbiamo la soluzione per te: Iscriviti ad un corso di cucina, ti aiuterà a conoscere nuova gente, fare nuove amicizie e ti aprirà nuove porte lavorative. In più potrai vantare una conoscenza approfondita della cucina italiana!
Impugna grembiule e cappello da chef e buttati alla scoperta dell’arte culinaria! Non te ne pentirai!

Se non sai cucinare, ricorda che non è mai troppo tardi per imparare!

Lascia un commento